25enne muore decapitato nell’esplosione di un fuoco d’artificio

2 mesi fa
1 Gennaio 2021
di redazione

In Francia, per la notte di capodanno si sono verificati una serie di incidenti legati all’utilizzo dei fuochi d’artificio, nonostante il divieto in vigore da inizio dicembre nell’ambito delle restrizioni anti Covid.

Un ragazzo di 25 anni è morto decapitato nell’esplosione ritardata di un fuoco d’artificio. Un 24enne che era con lui è rimasto gravemente ferito, con lesioni al volto, e, trasferito in ospedale, la sua prognosi è al momento riservata.

La vittima stava partecipando a una festa in una casa ed è uscito con un altro partecipante per far esplodere i fuochi d’artificio allo scoccare del 2021.

Ma poiché uno di questi non è esploso, ” i due si sarebbero diretti verso il petardo che è esploso proprio mentre si sono avvicinati, ferendo fatalmente il giovane”.

A mezzanotte, nonostante il divieto e il coprifuoco notturno, che cominciava alle 20, si è però assistito ad uno spettacolo pirotecnico, con colpi di mortaio e petardi.

Secondo fonti di polizia, circa sessanta auto sono state bruciate e diverse persone sono state arrestate. Altre tre persone sono rimaste ferite alle mani in altri comuni del Basso Reno.

La macchina di alcuni agenti della municipale è stata colpita da colpi di arma da fuoco, ma per fortuna nessun agente è rimasto ferito.

temi di questo post