Barbero: “Il Green pass suddivide la società italiana”

2 settimane fa
9 Settembre 2021
di redazione

Sostiene lo storico Alessandro Barbero che l’introduzione del green pass nelle università rappresenta un'”ingiusta e illegittima la discriminazione ai danni di una minoranza”. La posizione del ricercatore ha acceso negli ultimi giorni un acceso dibattito: in molti gli hanno rimproverato di aver offerto il fianco a no vax e negazionisti, ma Barbero ha sempre rigettato queste accuse sostenendo che la sua opinione – da vaccinato e favorevole all’obbligo – è decisamente più complessa di come sia stata riassunta da molti. I sottoscrittori dell’appello da lui firmato, infatti, “ritengono che si debba preservare la libertà di scelta di tutti e favorire l’inclusione paritaria, in ogni sua forma”, mentre il green pass “suddivide la società italiana in cittadini di serie A, che continuano a godere dei propri diritti, e cittadini di serie B, che vedono invece compressi quei diritti fondamentali garantiti loro dalla Costituzione”.

Fonte: Fanpage.

temi di questo post