Covid, l’Oms: “Più di 4 milioni di vittime nel mondo”

10 mesi fa
7 Luglio 2021
di redazione

La pandemia di Covid-19 ha ucciso più di quattro milioni di persone nel mondo. Lo ha annunciato il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, aggiungendo che il bilancio reale, però, è stato “certamente” più alto.

Il governo giapponese prevede di dichiarare un nuovo stato di emergenza dovuto al Covid-19 a Tokyo, data la recrudescenza delle infezioni, a poco più di due settimane di distanza dalle Olimpiadi. Ciò influenzerà quasi certamente l’imminente decisione degli organizzatori dei Giochi in merito al numero di spettatori da ammettere nei luoghi in cui si terranno le manifestazioni sportive. Il premier, Yoshihide Suga, ha riferito che prenderà la decisione giovedì per quanto riguarda 10 prefetture, tra cui Tokyo e Osaka, dove domenica scade un quasi-stato di emergenza, e Okinawa dove è in vigore uno stato di emergenza a tutti gli effetti.

Intanto in Italia parte la “caccia” al personale scolastico che non si è ancora vaccinato. Negli hub vanno individuate “corsie preferenziali” per “incentivare le vaccinazioni dei professori e del personale scolastico e universitario”. Insomma un categoria da considerare “prioritaria”. L’indicazione, inviata alle Regioni, arriva dal commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, che sta iniziando a lavorare sul tema della ripresa delle scuole a settembre.

Sul fronte vaccini, “io proporrei l’obbligatorietà per quegli insegnanti che non si sono ancora immunizzati, come per i medici. Se una persona costituisce un pericolo sociale deve essere allontanata. Stesso discorso vale per gli studenti: i vaccini salvano le vite, di tutti. Quindi bene all’immunizzazione per la fascia che va dai 12 ai 16 anni”. Così Attilio Fratta, presidente nazionale di “DirigentiScuola”, il sindacato che rappresenta la categoria dei presidi.

temi di questo post