Dietrofront Pagano: «Silvia Romano neo-terrorista? Chiedo scusa, volevo attaccare il Governo»

2 anni fa
13 Maggio 2020
di redazione

Dietrofront Pagano: «Silvia Romano neo-terrorista? Chiedo scusa, volevo attaccare il Governo». Alessandro Pagano, deputato della Lega, ha chiesto scusa a Silvia Romano per averle dato della “neo-terrorista” oggi nell’aula della Camera.

La nota di scuse

«Con riferimento alle mie dichiarazioni in aula sul caso Silvia Romano, vorrei precisare il senso del mio intervento. Nei confronti di Silvia Romano vorrei esprimere il massimo della solidarietà perché dopo 18 mesi ha potuto riabbracciare i propri cari e riassaporare la libertà».

«Lungi da me esprimere qualcosa di personale nei confronti della giovane, anche perché è chiaro che la stessa potrebbe essere ancora scossa dalla terribile esperienza che ha provato».

«Ben altra riflessione invece intendevo fare verso tutte quelle Autorità che l’hanno accolta senza le dovute cautele, consentendo ad un gruppo terrorista di farsi pubblicità sulla pelle di questa giovane che ha così duramente sofferto».

«Se offeso qualche sensibilità  mi scuso. Sulle scelte personali nessuno ha titolo e diritto di intervenire».

Governo sotto accusa

«Non il sottoscritto ma organi di informazione di diversa estrazione come Repubblica, L’espresso, Tgcom 24, Liberoquotidiano, come ho tentato di dire anche in Aula, interrotto dai deputati della maggioranza, hanno messo in luce impietosamente il doppio risultato ottenuto, con il concorso colposo del governo, dall’organizzazione terroristica al Shabaab attraverso il riscatto e la pubblicizzata conversione, sulla cui libertà molti hanno posto seri dubbi».