Fase 2, Berlusconi attacca il Governo: «Ha fatto troppo poco per l’economia italiana»

2 anni fa
11 Maggio 2020
di redazione

Fase 2, Berlusconi attacca il Governo: «Ha fatto troppo poco per l’economia italiana». Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, torna a parlare a Libero della situazione italiana in piena emergenza Coronavirus. Berlusconi critica l’operato del Governo e spiega il suo atteggiamento dalle colonne del quotidiano, dopo aver fatto ieri gli auguri a tutte le mamme italiane.

Il suicidio dell’imprenditore
«Da imprenditore, capisco perfettamente la vicenda. Per questo lo Stato ci deve essere, in una situazione come questa deve farsi sentire al fianco delle imprese. Se questo non accadrà, tragedie come quella di Napoli, e la tragedia parallela di tanti padri e madri di famiglia lasciati a casa, non saranno colpa del virus, ma dei ritardi e delle omissioni di chi avrebbe dovuto intervenire».

C’è bisogno di liquidità
«L’economia, oltre a meno tasse e meno burocrazia, ha bisogno di una serie immediata di interventi che immettano liquidità nel sistema».

Soluzioni per l’economia? «Contributi a fondo perduto e prestiti agevolati e garantiti per le aziende e le persone in difficoltà, incentivi fiscali, pagamento immediato dei debiti della Pubblica Amministrazione, sospensione delle scadenze tributarie, condizioni agevolate per risolvere le pendenze con il fisco».

«Il governo finora è stato sempre in ritardo e ha fatto troppo poco. Adesso non è il momento delle polemiche, ma spero che da qui in avanti vengano presi finalmente in considerazione i contributi costruttivi dell’opposizione».

Reddito di Cittadinanza
Possono andare a lavorare nei campi? «Perché no? Il reddito di cittadinanza è uno strumento sbagliato, ma fino a quando esiste è giusto che chi lo percepisce si renda utile, se è in grado di farlo».