Fase 2, Berlusconi: «Nord Europa ha rallentato l’Ue. Salvini? Insensato no al Mes»

2 anni fa
28 Aprile 2020
di redazione

Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, a Radio24 ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito all’emergenza Coronavirus in Italia: «Non mi sento di dare un giudizio così severo sull’Ue, se ci sono stati ritardi sono stati a causa resistenze dei partiti sovranisti molto forti in alcuni paesi del nord».

«Il sistema Europa – ha spiegato Berlusconi – dopo qualche incertezza iniziale sta rispondendo all’emergenza meglio di quanto sta facendo il nostro governo».

«Un conto è la collaborazione istituzionale nell’emergenza che noi abbiamo sempre garantito, un altro conto è un sostegno politico al governo Conte, non vi saranno mai le condizioni».

«Il nostro – spiega Berlusconi – è un atteggiamento di opposizione responsabile ma che non cessa di essere opposizione, infatti noi siamo molto critici verso il governo».

«La priorità non è attaccare il governo ma lavorare per uscire dall’emergenza. Draghi premier? A chi non piacerebbe una figura come Draghi presidente del consiglio, ma non è un tema all’ordine del giorno».

«Ora le urgenze sono altre, vorrei fossimo tutti concentrati su come aiutare italiani, per le manovra politiche c’è tanto tempo».

In conclusione, Berlusconi ha parlato anche del Mes: «Salvini mi ha spiegato le sue posizioni e io le mie ragioni per le quali ritengo assurdo rinunciare a 37 miliardi a tasso zero e senza condizioni. Dire no mi pare un pregiudizio assurdo, una cosa insensata».