Paziente perde la testa a distrugge un reparto di terapia intensiva

2 anni fa
5 Giugno 2020
di redazione

Un uomo di 44 anni ha devastato il pronto soccorso dell’ospedale San Camillo di Roma. Arrestato per direttissima dai carabinieri intervenuti sul posto, si è reso responsabile di gravissimi danni ai locali, alle apparecchiature e alle vetrate del reparto.

Il fatto è avvenuto all’alba della mattina di oggi, venerdì 5 giugno. “Arrestato per direttissima dai Carabinieri il 44enne che stamattina all’alba si è reso responsabile di gravissimi danni ai locali, alle apparecchiature e alle vetrate della struttura.

L’uomo,  giunto in Ospedale accompagnato dalle Forze dell’Ordine e sedato ma già in agitazione, dopo sottoposto ad accertamenti radiologici si è armato di un estintore ed ha devastato le porte e le finestre dei locali del Codice rosso, il  locale della Tac e quelle delle ecografie causando danni ingenti alle apparecchiature”, la nota del San Camillo.

Operatori sanitari e altri pazienti non hanno riportato ferite. L’arrestato, accompagnato al Regina Coeli, dovrà rispondere delle accuse di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e tentata rapina dell’arma da fuoco. Fonte: Fanpage.

temi di questo post