Ragazzi italiani bloccati a Malta dal Covid: “Nessuna indicazione”

3 settimane fa
18 Luglio 2021
di redazione

“I ragazzi sono partiti per fare una settimana di vacanza, tutti col tampone negativo. Prima di tornare in Italia, nei tempi previsti, hanno rifatto il tampone e uno di loro è risultato positivo. Si sono subito messi in isolamento, ma dalle autorità maltesi non è arrivata nessuna indicazione. E ora non sanno nemmeno quando potranno tornare a casa, perché nessuno gli ha comunicato i tempi della quarantena”. A parlare a Fanpage.it è Cristina Granieri, madre di uno dei tredici ragazzi italiani bloccati a Malta. Si tratta di un gruppo composto da 18enni e da una minore, tutti in isolamento perché contatti stretti di un positivo al covid, un ragazzo che era andato in vacanza con loro. Non sanno quando potranno ripartire: dalle autorità sanitarie e politiche maltesi, infatti, non è arrivata nessuna indicazione. “Hanno dovuto fare tutto in autonomia, fortunatamente sono ragazzi coscienziosi e hanno fatto tutto ciò che avrebbero dovuto – continua Granieri – Ma non è normale che un gruppo di 18enni si debba sostituire alle autorità sanitarie.

temi di questo post