Scommesse anomale, il mondo del calcio trema: arbitro sospetto

2 anni fa
18 Luglio 2020
di redazione

Scommesse anomale, il mondo del calcio trema: arbitro sospetto. Lo spettro del Calcioscommesse potrebbe ancora di nuovo sconvolgere il mondo del pallone. A far tremare tutti è un arbitro, con la Procura di Roma che sta indagando su delle puntate anomale in Serie C e nel campionato Primavera. Tutto parte da un match sospeso per un infortunio del direttore di gara.

Arbitro sospetto

Come racconta Tgcom24 si tratta di una vicenda che risale a primo dello stop dei campionati, a fine gennaio. Al momento non ci sono formalmente indagati.

Secondo la ricostruzione di Repubblica, tutta la macchina delle indagini è partita per un evento singolare.

Una partita di Serie C su cui gli organi di controllo, sollecitati dalle agenzie di betting con avviso di flussi anomali alla Federcalcio, avevano posato gli occhi per delle anomalie registrate, è stata sospesa a pochi minuti dalla fine per un infortunio all’arbitro.

Il mondo del calcio trema

Una partita senza particolari interesse né locale né di classifica – riporta il quotidiano – su cui gli scommettitori si erano concentrati in maniera particolare, con un risultato diverso da quello che stava maturando in campo.

Non essendo previsto il quarto uomo in Serie C, con l’infortunio dell’arbitro la partita è stata sospesa e chi aveva scommesso cifre importanti sul risultato finale ha potuto evitare di perderle.

Questo dettaglio ha fatto scattare la segnalazione di diverse agenzie di scommesse, non solo italiane. Lo scrive anche Calcionapoli24.it.

Si muove anche la Procura Figc

La Procura Figc ha approfondito la situazione dell’arbitro, esaminandone la carriera tra Serie C e Primavera, trovando una serie di anomalie.

Numerose espulsioni, tantissimi calci di rigore – spesso due a partita e combinati con il cartellino rosso, e sfide che in molti casi avevano acceso proteste veementi in campo.

Senza prove schiaccianti, la palla è passata alla Procura di Roma. Formalmente non ci sono indagati, ma solo sospetti.
Fonte: Tgcom24