Tragico schianto sulla Statale: morti quattro ragazzi tra i 21 ed i 23 anni, un ferito grave

2 settimane fa
4 Settembre 2021
di redazione

Quattro morti e un ferito grave, tutti della provincia di Chieti. E’ il tragico bilancio di un incidente stradale che è  verificato la notte scorsa, a mezzanotte e 10, lungo la Statale 649 nel territorio di Bucchianico, comune della provincia di Chieti. Due fratelli di 21 e 23 anni. Massimiliano e Alessandro Fiore, residenti a Casoli, e il cugino Mattia Lorenzo Menna, 21enne di Altino, sono deceduti sul colpo. I tre giovani viaggiavano su una Volkswagen Golf in direzione Francavilla al Mare – Guardiagrele. Stavano tornando a casa  dopo una serata passate insieme. Secondo la prima ricostruzione della polizia stradale di Chieti, la Golf, nella fase di sorpasso di una Fiat Tipo, si è scontrata frontalmente con una Jeep Renegade che giungeva in senso contrario. Nell’impatto – violentissimo – è morto Domenico Di Fazio, 37 anni, presidente del Rapino calcio, un grande personaggio del mondo sportivo, persona generosa e molto conosciuta. Di Fazio viaggiava sulla Renegade mentre il conducente, un 30enne, è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Chieti. Nell’impatto colpita anche la Fiat Tipo, che era stata appena sorpassata, dove viaggiava una famglia di cinque persone con figli, residente a Guardiagrele, solo per miracolo sono rimasti tutti illesi. Sul posto per i soccorsi sono intervenuti i sanitari del 118, i vigili del fuoco e.la polizia stradale di Chieti.

Secondo le indagini della Polstrada, durate tutta notte, Massimilino Fiore  era alla guida della Golf e aveva a bordo il fratello e il cugino.  La Jeep Renagade era condotta da I.F., 30enne, accanto a lui c’era il presidente del Rapino Calcio che non ha avuto scampo. Le due auto si sono scontrate frontalmente e nell’urto i pezzi sono volati per decine di metri. Nel terribile schianto si è salvato solo il 30enne, ora ricoverato in prognosi riservata presso l’ospedale di Chieti.  Una scena d’apocalisse davanti ai primi soccorritori, pezzi di auto scaraventati via, i tre giovani nella Golf senza vita e la quarta vittima della jeep. I genitori dei ragazzi sono accorsi in ospedale, sono state scene strazianti con grida disperate, uno dei parenti si è sentito male ed è dovuto accorre il medico.

temi di questo post