Interviene per sedare rissa, picchiato con caschi e sedie. Carabiniere è grave

4 mesi fa
1 Agosto 2020
di redazione

Interviene per sedare una rissa, ma viene pestato e ora versa in gravi condizioni. Parliamo di un carabiniere fuori servizio selvaggiamente picchiato da un gruppo di persone dopo essere intervenuto per sedare una lite.
Violenza in Campania, l’episodio avvenuto intorno a mezzanotte nel centro di Castellammare di Stabia a Napoli.

Interviene in una rissa

Il militare – si legge su Tgcom24 – è stato aggredito e picchiato con caschi e sedie ed è stato colpito gravemente alla testa, perdendo conoscenza. Le ferite gli hanno provocato una seria emorragia. Trasportato d’urgenza in ospedale, le sue condizioni sono gravi.

L’episodio è raccontato anche dal sito Positano News che spiega come a un certo punto ieri sera si sia accesa una mega rissa tra giovani a piazza Quartuccio. Sono volati caschi, sedie, sgabelli e persino una transenna utilizzata per coinvolgere una ventina di ragazzi.

Picchiato con caschi e sedie

Nella colluttazione un ragazzo è rimasto anche a terra ferito in attesa dell’ambulanza. A farne le spese, però, anche un carabiniere fuori servizio che voleva dividerli.

Come detto, siamo intorno a mezzanotte nei pressi di piazza Principe Umberto a Castellammare di Stabia. Un luogo che – spiega positanonews.it – è ormai diventato simbolo della movida “incontrollata stabiese e dei continui soprusi”.

Due uomini, per ragioni ancora da appurare, hanno iniziato prima ad insultarsi, per poi passare alle mani. Un carabiniere fuori servizio ha così provato ad intervenire per sedare gli animi ma è stato preso di mira dai balordi e picchiato selvaggiamente.

Carabiniere è grave

Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia del locale commissariato oltre ad un’ambulanza del 118.
I medici hanno soccorso il malcapitato e poi condotto al vicino pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo.
Gli agenti della polizia, invece, hanno sentito alcuni testimoni e stanno ora indagando per individuare i responsabili.

Nel frattempo il traffico è andato completamente in tilt, “tra l’altro – si legge su Positano News – già congestionato a causa della sosta selvaggia che in piazza Principe Umberto raggiunge il suo clou con auto parcheggiate anche in terza fila. L’apoteosi delle violazioni al codice della strada”.
Fonte: positanonews.it e Tgcom24