ULTIM’ORA ITALIA. Troppi morti in città, Comune costretto ad assumere seppellitori

2 settimane fa
10 Novembre 2020
di redazione

I decessi a Roma aumentano, in gran parte per la pandemia di Covid-19, e i seppellitori non bastano. Secondo i dati dell’ufficio anagrafe del Campidoglio, a ottobre sono stati registrati 640 morti in più rispetto allo stesso mese del 2019. E così l’Ama, la municipalizzata che nella Capitale si occupa anche dei servizi cimiteriali, tramite la Regione Lazio, ha pubblicato un bando per la selezione di 20 nuove figure addette alla sepoltura nelle strutture comunali.

Saranno 100 le persone selezionate dall’azienda di via Calderon de la Barca, mediante l’esame dei curriculum, che saranno poi sottoposte a test sia teorici e pratici. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 23 novembre. Insomma, il reperimento di nuovi seppellitori è considerata un’urgenza per l’azienda, già alle prese con difficoltà legate alle inumazioni, come nel grande cimitero Flaminio di Prima Porta, tra lunghe attese e trasferimenti delle salme al Verano.

temi di questo post